L' integrazione dei Turchi in germania

L' integrazione dei Turchi in germania

Il seminario della Prof.ssa Emel Huber ha preso avvio dalla premessa fondamentale secondo la quale alla base del problema dell’integrazione c’è l’aspetto linguistico-culturale. Non c’è e non ci può essere integrazione senza conoscenza della lingua e della cultura del paese che accoglie.

Resoconto seminario del prof  Alessandro Ferrari

Resoconto seminario del prof Alessandro Ferrari

SUL PRINCIPIO DI LAICITÀ MODELLI A CONFRONTO

Il seminario del Prof. Alessandro Ferrari si è incentrato sul complesso principio di laicità, offrendone una descrizione che ha preso le mosse dalla distinzione di tale principio in laicità narrativa (discorso politico, filosofico, etico) e laicità del diritto che, di fatto, segna il radicamento e l’ingresso del principio nel regolamento giuridico. Come è noto il modello italiano e quello francese – l’uno scaturito dal Concordato, il secondo dalla legge di separazione del 1905 – rappresentano laicità costituzionali di seconda generazione.

Resoconto lectio prof Silvio Ferrari

Resoconto lectio prof Silvio Ferrari

RELIGIONE E CONVIVENZA CIVILE NELL’EBRAISMO, NEL CRISTIANESIMO, NELL’ISLAM

La relazione del Prof. Silvio Ferrari si è svolta seguendo tre fili conduttori:
1) L’analisi della trasformazione del nostro Paese da una realtà omogenea a una società plurale;
2) L’approfondimento della tradizione giuridica nelle tre religioni monoteiste:
3) La ricaduta di tali tradizioni nella convivenza civile.

Cerimonia di inaugurazione

Cerimonia di inaugurazione

Avv. Francesca Bazoli
Presidente Accademia Cattolica di Brescia

Cari amici, ho il privilegio di darvi il benvenuto e di ringraziarvi per la vostra presenza a questo incontro con il quale inauguriamo l’attività dell’Accademia Cattolica di Brescia. Non parlerò di programmi specifici dell’Accademia, né delle idee che hanno ispirato la sua costituzione. Al riguardo qualcosa immagino dirà don Giacomo e qualcosa potete leggere sul foglio di presentazione che abbiamo lasciato all’ingresso della sala.