Il sistema politico specchio della frantumazione sociale - Michele Nicoletti

Il sistema politico specchio della frantumazione sociale - Michele Nicoletti

Prof. Michele Nicoletti
Professore Ordinario Dipartimento di Lettere e Filosofia
Università degli Studi di Trento

La società appare frantumata da una dominante paura che potremmo definire come la paura di essere spossessati di sé, paura di essere in mano di altri: la tecnica, la burocrazia, la politica corrotta, i mercati internazionali, l’Europa, il riscaldamento globale, le ondate migratorie. Di qui un timore diffuso e un generale ripiegamento volto a proteggersi dall’esterno e a custodire una qualche forma di sé: il sé personale, familiare, tribale, nazionale, nella convinzione che il mondo e la storia ce lo vogliano portare via e che ormai noi, ognuno di noi, siamo in mano di altri. Di qui uno sguardo cupo e diffidente su ciò che ci circonda. La diffidenza sarebbe la reazione dominante a questa percezione: una diffidenza che colpisce le relazioni interpersonali ma, soprattutto, la compagine sociale e le sue istituzioni. Di qui la sfiducia verso ogni autorità, incapace di indicare una via d’uscita, e verso la democrazia rappresentativa. Di fronte a questa situazione un ruolo importante può essere svolto da una vigorosa riproposizione del principio di "auto-appartenenza", inteso come l'aspirazione delle persone e delle comunità a vedere rispettata la propria dignità e riconosciuta la propria originalità. Questo principio può servire come fondamento non solo per una prospettiva esistenziale della libertà e della relazionalità dell'individuo, ma anche per una visione della società basata sul rispetto dei diritti universali di base e una pratica democratica che si estende dal livello locale a quello europeo e globale.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento Mercoledì 13 Marzo 2019 | 17:45
Posti Illimitato
Luogo Aula Magna Università Cattolica