Individualismo e desiderio di legami

OBIETTIVI FORMATIVI

Non è difficile constatare la fragilità dei legami che si moltiplicano, ma perdono stabilità. Di questo fenomeno pare vi siano due ragioni: la prima di carattere affettivo-emotivo, cioè la ricerca di legami prevalentemente gratificanti; la seconda di carattere culturale, ossia la difesa dell'individuo nella sua libertà di fronte alla massificazione.

Qui si potrebbe vedere l'ombra lunga del pensiero moderno, in particolare di quello inglese (Hobbes e Locke), che ha ispirato la strutturazione delle democrazie occidentali, oltre che l' economia di mercato e la difesa strenua della proprietà privata. In tal senso la prospettiva di Hobbes non è stata solo programmatica, ma pure profetica.

L'esito pare essere una specie di eterogenesi dei fini: l'individuo lasciato a se stesso appare sempre più indifeso e tende, da una parte, a erigere barriere difensive sempre meno porose, dall'altra, a chiedere protezione alle istituzioni politiche sollecitate a salvaguardare non il bene comune, bensì quello degli individui, che si associano prevalentemente per far valere i propri interessi.

Da qui non solo l’attenuarsi del senso di solidarietà, ma anche la crisi delle democrazie occidentali con ricadute nell’ambito politico e sociale, economico e culturale, etico e giuridico, istituzionale e comunitario.

Come antidoto all’individualismo e al liberismo è opportuno riprendere la visione solidaristica della nostra Costituzione e riflettere sulla persona come entità costituita dalle relazioni. Anche la Chiesa dovrà essere ripensata come luogo di educazione ai legami fondamentali. Il corso è strutturato sull’anno accademico 2018/2019 in 11 conferenze interattive.

DESTINATARI

Il ciclo di incontri, gratuito ad accesso libero, è rivolto a tutte le persone interessate, accreditato ECM per l’area sanitaria. Ai docenti verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido ai fini consentiti dalla legge.


27
Feb
2019

Ricostruire le relazioni: una prospettiva psicoanalitica - Leonardo Resele, Laura Ambrosiano

Mercoledì 27 Febbraio 2019 - 17:45
Ricostruire le relazioni: una prospettiva psicoanalitica - Leonardo Resele, Laura Ambrosiano

Dr Leonardo Resele
Psichiatra e Psicoanalista SPI

Dott.ssa Laura Ambrosiano
Psicologa, Psicoanalista
Dipartimento di Psicologia Università degli Studi di Torino

Il narcisismo è diventata una parola di moda, abusata nel linguaggio comune: la si confonde con egoismo, egocentrismo, individualismo, ed è usata quasi sempre in senso negativo. E’ dunque utile cercare di chiarire il termine che ha un suo significato preciso nella psicanalisi, a partire da Freud con il suo libro “Introduzione al narcisismo” del 1914.

Ma perché si parla tanto di narcisismo?

In effetti diversi tratti narcisistici, cioè modalità di comportamento diffuse tra persone riconosciute clinicamente con disturbo narcisistico della personalità, si sono ampiamente diffusi nelle società occidentali, tanto che qualcuno parla di epidemia narcisistica.

Le prime avvisaglie sono state segnalate da Christopher Lasch (“La cultura del narcisismo”, bestseller dal 1979) e da Richard Sennett (“Il declino dell’uomo pubblico”, del 1974), entrambi ancora riferimenti per chiunque voglia riflettere su questo fenomeno.

Sono due le scienze umane che hanno tra i loro oggetti di studio il narcisismo, con prospettive e strumenti mentali differenti: 1. La psicanalisi, che studia i meccanismi della psiche individuale che producono questi fenomeni; 2. La sociologia che questi fenomeni studia a livello collettivo, per quanto attiene sia alle cause sia agli effetti.

La psicanalisi studia i processi mentali, basandosi anche sulle esperienze degli analisti nell’attività terapeutica. La sociologia cerca invece di individuare le influenze sociali e culturali sugli individui che facilitano o inducono i tratti narcisistici.

Dopo la visione sociologica del prof. Magatti, gli psicanalisti Leonardo Resele e Laura Ambrosiano, membri della SPI (Società Psicoanalitica Italiana, di cui il primo è anche membro dell’Esecutivo Nazionale e della Commissione Deontologica e la seconda è anche psicoanalista con funzioni di training della SPI e dell’IPA, con diverse pubblicazioni presso Bollati Boringhieri, Borla e Cortina) introdurranno alla comprensione del narcisismo negli individui e dei possibili effetti nel comportamento sociale.

13
Mar
2019

Il sistema politico specchio della frantumazione sociale - Michele Nicoletti

Mercoledì 13 Marzo 2019 - 17:45

Prof. Michele Nicoletti
Professore Ordinario Dipartimento di Lettere e Filosofia
Università degli Studi di Trento

10
Apr
2019

I «corpi intermedi» nella società liquida - Filippo Pizzolato

Mercoledì 10 Aprile 2019 - 17:45

Prof. Filippo Pizzolato
Professore Ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico
Università degli Studi di Padova

08
Mag
2019

Il rovescio della libertà. Ascesa e tramonto del neoliberalismo Massimo De Carolis

Mercoledì 08 Maggio 2019 - 17:45

Prof. Massimo De Carolis
Professore Ordinario Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione
Università degli Studi di Salerno

29
Mag
2019

Ricostruire legami: l’arduo compito della Chiesa - Marco Salvioli

Mercoledì 29 Maggio 2019 - 17:45

Prof. Marco Salvioli
Docente Teologia Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano