Alberto Oddenino: “Privacy e nuove tecnologie”

Alberto Oddenino: “Privacy e nuove tecnologie”

L’imminente entrata in vigore del nuovo Regolamento UE in materia di protezione dei dati personali (GDPR – General Data Protection Regulation), oltre a comportare notevoli sfide applicative di un testo complesso ed ambizioso, segna un momento di profondo ripensamento del concetto stesso di Privacy a fronte della pervasività delle nuove tecnologie.

Da questo punto di vista il testo si presenta come avamposto di una logica che vede nella protezione dei dati non solo il necessario sfondo per un pieno sfruttamento delle potenzialità della data economy ma anche il banco di prova per una tutela tecnologicamente adeguata dei diritti della persona nell’era della sorveglianza globale.

In che misura questa sfida possa essere vinta e il modello predicato in dimensione europea possa assurgere a vero e proprio gold standard delle protezione dei dati a proiezione mondiale è forse prematuro a dirsi, così come è difficile predirne la piena efficacia di fronte a fenomeni massivi di analisi di Big Data.

Indiscutibilmente la lettura e l’esegesi del complesso testo (che saranno brevemente offerti all’attenzione dell’uditorio) suggeriscono una sua notevole forza propulsiva e una intrinseca vocazione all’extraterritorialità.

Si tratta di profili molto interessanti non solo nella prospettiva della tutela dei diritti individuali ma anche in quella di una lettura ‘geopolitica’ che vede nel Regolamento un tentativo di ribilanciare il rapporto transatlantico, arginando in certa misura almeno lo strapotere statunitense in tema di Internet e nuove tecnologie.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento Mercoledì 02 Maggio 2018 | 18:00
Posti Illimitato
Luogo Sede Accademia Cattolica